L’antica disciplina del Tantra, attualizzata ed integrata con tecniche e meditazioni occidentali, non rappresenta solo un valido supporto per superare la crisi di una relazione, ma è anche uno straordinario strumento di crescita personale per dare nuovo slancio vitale ed una più profonda intimità a tutte le coppie.

È il caso di Amelia e Giuliano, sposati da molti anni, che si sono avvicinati al mondo del Tantra senza che la loro relazione fosse né in crisi, né vicina alla rottura.

– Amelia, Giuliano: cosa vi ha spinto a rivolgervi a Gloria e Maurizio?

Amelia: «Volevamo rinnovarci e crescere come coppia. Il nostro primo approccio con questo universo è stato un corso sul massaggio tantrico, ma non sono rimasta soddisfatta. C’era solo “il fare” e per me non era abbastanza.»

Giuliano: «Alcuni amici ci hanno riferito con grande entusiasmo della loro esperienza con Gloria e Maurizio, di questa loro particolare metodologia che tende all’unione di corpo e mente e così abbiamo deciso di provare.»

– Ed avete trovato quello che stavate cercando?

Amelia: «Molto di più. Ho trovato strumenti pratici per la cura della relazione, migliorato la mia conoscenza riguardo le dinamiche della personalità ma soprattutto un accrescimento della mia consapevolezza corporea. Ho trovato spontaneità e serenità.»

Giuliano: «La percezione precisa, direi tangibile, dell’unità tra corpo, mente e spirito, col corpo che diventa un monitor di tutto il resto. E poi un grande amore, quello fra Gloria e Maurizio, che con la loro serenità e schiettezza, ti fanno capire che tutto quello che ti insegnano lo hanno sperimentato e lo vivono in prima persona. È proprio questo che ti aiuta a capire davvero che la sessualità e l’eros sono cose naturali e “pulite”. Sembra strano, ma non è così scontato da acquisire.»

– E vi siete sentiti a vostro agio?

Amelia: «Molto.»

Giuliano: «Molto e fin dall’inizio. Il clima sereno e naturale mi ha permesso di superare rapidamente qualsiasi ansia.»

– Dopo aver seguito il percorso con Gloria e Maurizio, siete in grado di percepire delle differenze? Ci sono stati miglioramenti nella vostra relazione o in voi stessi?

Amelia: «Mi sono resa conto, dopo tanti anni insieme, che alcuni dei miei atteggiamenti nei confronti di Giuliano erano frutto del mio passato, di difese caratteriali. Ho imparato a riconoscerli e ad evitarli. Ho imparato a vivere la mia sessualità con maggior gioia e libertà. La relazione ha guadagnato molto in intimità. Mio marito mi sembra più appagato e sereno, in effetti lo siamo entrambi.»

Giuliano: «È stato come un riavvio di sistema per un computer imballato. Tutto scorre più naturale tra noi, ma soprattutto sono io a sentirmi meglio. Non credo che sarei sopravvissuto ad un periodo terribile, che ho vissuto subito dopo, anche dal punto di vista della salute, se non avessi già intrapreso il percorso con Gloria e Maurizio.  E sono loro molto grato per questo, hanno cambiato il mio modo di guardare la vita, le relazioni, gli affetti e le difficoltà.  Non mi sono ancora riconciliato del tutto con il mio corpo e non ho ancora accettato completamente il mio aspetto fisico, ma ci stiamo lavorando sopra e sono fiducioso. Ecco, forse è questa la grande differenza fra il prima ed il dopo: sono fiducioso.»

– C’è stato un momento particolarmente intenso, decisivo o sconvolgente? Qualcosa che vi è rimasto specificamente impresso?

Amelia: «Il rituale relativo all’accoglienza del maschile e femminile, la complicità con altre coppie, l’umorismo nelle esperienze o riuscire a dare spazio alle proprie fantasie o desideri repressi… tutto naturale, pulito, giocoso. Un altro momento sconvolgente e bellissimo è stato quello dedicato alle costellazioni: ho percepito e sistemato una “mancanza” che derivava dall’infanzia. Ho potuto sperimentare la riconciliazione con mio padre, che ora non c’è più, riuscendo a comunicargli qualcosa che non avevo mai avuto il coraggio di dirgli e che non avrei più potuto confessargli.»

Giuliano: «Mi sono piaciuti i momenti giocosi e leggeri anche in alcune esperienze che apportavano un significato e una consapevolezza profonda, e poi ho trovato molto intenso ed indimenticabile il rito di accoglienza delle donne. Tuttavia, quello più sconvolgente è stato la partecipazione alle costellazioni, vera parabola di quanto “sta sopra di noi” e del quale ho ancora un po’ di paura.»

– A chi consigliereste i corsi con Gloria e Maurizio?

Amelia: «In primo luogo a chi ha problemi con se stesso per capire i nodi non risolti nella crescita interiore e poi a qualunque coppia, per crescere e scoprire nuovi spazi di intimità, passione e consapevolezza.»

Giuliano: «Lo sto già consigliando ad un sacco di gente!»

– Amelia e Giuliano sono un caso isolato? Oppure è routine che coppie non in crisi cerchino il Tantra, il body counseling e le costellazioni familiari?

Lo chiediamo a Gloria di Capua e Maurizio Lambardi, Counselor, life coaches e costellatori dell’Accademia “Il corpo e l’anima”.

Gloria: «Non è proprio routine ma neanche un caso infrequente. Amelia e Giuliano sono un esempio di coppia non in crisi che ha tratto e continua a trarre beneficio dal nostro metodo integrato di crescita personale e cura della relazione. Questo principalmente perché conoscersi davvero è difficile. »

Maurizio: «C’è sempre uno spazio per evolvere e accrescere sia la consapevolezza di se stessi che quella dell’altro. Più ci si conosce profondamente e più ci si relaziona in modo intimo e maturo nel pieno senso del termine. Il nostro programma è così ampio che si rivolge non solo a coppie che vogliono migliorare il loro rapporto, ma anche a quelle già armoniche ed affiatate, che desiderano crescere ed evolvere.»

– Si può sempre migliorare, insomma?

Gloria: «In modo illimitato. E non è affatto strano. È ben noto, infatti, che nel percorso di crescita interiore c’è sempre un mostro o delle ombre di difficile individuazione se non viste da un osservatore esterno, c’è sempre qualche barriera difensiva caratteriale da abbattere, qualche aspettativa da demolire e poi c’è l’onnipresente confusione di ruoli e responsabilità all’interno della coppia, che deriva dalla crisi dei vecchi modelli. Nel terzo millennio, ce ne servono di nuovi.»

Maurizio: «Si migliora in modo illimitato, o meglio fino a che ci sono stimoli per farlo e questo è possibile maggiormente con un supporto esterno preparato e presente, attraverso l’osservazione e il rispecchiamento, che sono due aspetti fondamentali. Le persone che si affidano a noi, si affidano a questo “occhio” comprensivo e attento, che, proprio in quanto “esterno” riesce a scrutare dove da soli non si riesce, e questo ritengo sia uno degli aspetti più importanti del maestro.»

*I fatti sono reali, i nomi di fantasia per tutelarne la privacy


Il percorso “Tantra & Amore”, attraverso i suoi corsi ed eventi esperienziali, è studiato appositamente per fornire concreti strumenti di crescita personale all’individuo e alla coppia, per guardare le criticità con occhi diversi e superarle insieme.

Se quanto scritto ti incuriosisce puoi contattarci per qualsiasi approfondimento o informazione.
Ti ricordiamo che puoi consultare il Calendario di tutti i nostri eventi e, dalla stessa pagina, iscriverti direttamente.

Interagiamo volentieri anche su tutti i canali social.

Se poi vuoi ricevere notizia dei nostri articoli più importanti e degli eventi che realizziamo nel corso dell’anno allora ti invitiamo a iscriverti alla nostra newsletter nel form sottostante.

tantra & amore

PARLANE DIRETTAMENTE CON NOI:

Gloria di Capua (328 3083753) e Maurizio Lambardi (347 5918384)
(Counselors-Life Coaches e Costellatori Familiari)

    Nome (richiesto)

    Email (richiesto)

    Telefono (richiesto)

    Oggetto

    Messaggio

    Voglio rimanere aggiornato con le iniziative iscrivendomi alla newsletter

    0 commenti

    Lascia un Commento

    Vuoi partecipare alla discussione?
    Sentitevi liberi di contribuire!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *