L’Accademia il Corpo e l’Anima offre due possibili percorsi di formazione e specializzazione:

1.Formazione in ACTIVE INTEGRATIVE METHOD® e Life & Relationship Coaching

Questo percorso formativo consiste in 14 corsi di Tantra del Programma Tantra & Amore per un totale di 300 ore di formazione, più 100 ore di formazione in Life & Relationship coaching.

Una frase famosa che spesso usiamo nei nostri corsi è la seguente: “non puoi portare nessuno in un posto dove non sei stato”

Per questo, il percorso formativo che ti proponiamo è rivolto non solo a chi desidera acquisire il titolo di coach professionista, ma essere libero da temi personali inrisolti che altrimenti ostacolerebbero la professione di Coach.

I corsi sono riconosciuti da AIPO (Associazione Italiana Professionisti Olistici) come operatore olistico specializzato in ACTIVE INTEGRATIVE METHOD®. Inoltre le 300 ore sono riconosciute da tutte le scuole di counseling come ore di formazione e aggiornamento per chi è counselor o chi ha i requisiti per prendere il titolo di counselor.

Al termine di questo percorso, puoi completare la formazione attraverso il corso di coaching di 85 ore riconosciuto da ICF (International Coach Federation) per ottenere la specializzazione di Life & Relationship Coach Professionista con specializzazione in ACTIVE INTEGRATIVE METHOD® (Doppio titolo).

L’intera formazione di 300 ore, in offerta se acquistata in blocco, costa € 2.660 anziché € 3.060. La seconda parte di coaching di 85 ore sarà in offerta a € 1.500 per coloro che avranno effettuato il percorso di 300 ore.

Si otterranno i certificati AIPO e ICF.

2. Formazione in Life & Relationship Coaching

È possibile iscriversi solo alle 85 ore di coaching, acquisendo il titolo di Coach Professionista riconosciuto da ICF (International Coach Federation) al costo di € 2.200.

A chi sono rivolti i corsi

– a chi vuole fare del coaching la sua professione, aumentando le sue conoscenze in materia o partendo ex novo, per ottenere un titolo riconosciuto, e formarsi in modo qualificato, evoluto ed innovativo, oltre che certificato.

– ai professionisti di settori diversi, ma operanti nell’ambito dell’istruzione, del sostegno e dell’aiuto alla persona, che vogliano arricchire, con le competenze del coaching, il loro bagaglio formativo personale.

– a chi vuole migliorare le sue competenze nella vita lavorativa, ottimizzando la sua capacità di successo professionale e quella di relazionarsi con colleghi, clienti e collaboratori.

– a chi vuole migliorare la sua consapevolezza personale, acquisendo una formazione che potenzi la sua capacità di relazionarsi con familiari, partner, amici e colleghi.

– a chi vuole imparare tecniche di mediazione e risoluzione di conflitti all’interno del sistema familiare o della relazione di coppia

Programma “Tantra & Amore”, 14 corsi, 48 giorni, 300 ore

Te stesso e l’altro

Le due singole individualità che entrano in relazione, sul piano caratteriale, emotivo e corporeo. Alla scoperta delle barriere difensive, degli automatismi, dei tuoi veri desideri e delle tue più intime e profonde risorse personali.

1. Io e i miei bisogni

2. Io e il mio carattere

3. Libera le tue emozioni

La vita di relazione

Questa fase del percorso entra più in profondità nel rapporto relazionale, attraverso la conoscenza delle dinamiche tipiche della relazione, l’allenamento alla percezione delle sensazioni sottili e del piacere. La coppia viene utilizzata come specchio, per scavare ancora di più verso il nucleo della tua essenza più intima. Si stimola l’uso della comunicazione efficace e costruttiva, dell’accordo chiaro e della giocosità come strumenti preventivi e risolutivi della conflittualità relazionale. Si approfondisce e stimola l’autoconoscenza corporea e la sensibilizzazione sensoriale.

4. Le dinamiche di relazione

5. Amore e piacere nella relazione

6. Gioco e passione nella relazione

7. Le energie e le qualità dei chakras

Accendere la passione

Corsi mirati ad accendere la passione e migliorare la sessualità. Ci si immerge nell’aspetto più potente e primordiale dell’energia vitale. Come già avvenuto per le emozioni e le difese caratteriali, viene stimolata la conoscenza e la scoperta della propria vera sessualità, abbattendo ogni giudizio, ogni condizionamento, ogni repressione, per scoprire la più intima natura ed i reali desideri. Ci si focalizza progressivamente sull’importanza della piena espressione sessuale.

8. Libera l’energia, risveglia la passione

9. Tantra: le maschere dell’amante

10. Le ombre della Passione

Approfondimento tantrico

Possiamo definire questa fase del percorso “Tantra & Amore” come la parte più avanzata, approfondita e “sottile” del programma, quella più propriamente tantrica. È dove si sperimenta  la piena potenzialità del nostro metodo integrato che coinvolge il corpo, la mente e l’anima, con meditazioni, rituali, tecniche di respirazione, esperienze fisiche, interazione emozionale, ascolto e dialogo. Si interviene con attenzione specifica sui segmenti corporei corrispondenti al cuore ed al sesso,che sono i più coinvolti dai blocchi emotivi e dall’interscambio energetico e sessuale tra maschile e femminile.

11. Tantra: la fusione del maschile e del femminile

12. Tantra e amore

13. Tantra: la coppia sacra

14. Tantra: l’onda del piacere

Il programma di formazione in coaching

Corso accreditato da ICF

Prima parte
Due giorni, 16 ore:  Standard professionali, 4A, Alleanza

  • standard professionali e normativa UNI
  • gestione del primo incontro e accordo di Coaching
  • le fasi della sessione di Coaching
    • esplorazione della richiesta del cliente
    • definizione dell’obiettivo di sessione
    • svolgimento della sessione attraverso il percorso a spirale
    • compito per casa
  • ingredienti di sessione: 4A
    • alleanza, accoglienza, autenticità, ascolto attivo
    • focus su alleanza
  • alleanza:
    • la distanza prossemica
    • posizioni relazionali di ERIC BERNE, analisi transazionale

Seconda parte
Due giorni, 16 ore: Presenza del coach e autenticità

  • autenticità:
    • presenza nel coaching
    • esercitazioni a gruppi
    • collusione, se il cliente ha un tuo tema irrisolto non potrai aiutarlo: “non ti posso portare dove non sono mai stato”
    • quali sono i miei temi ancora sospesi?

Terza parte
Due giorni, 16 ore: Accoglienza e accettazione

  • gli strumenti del coach: le domande efficaci – rispecchiamento – silenzio
  • accoglienza:
    • simulazione: quando il coach va dove non deve, nel consiglio e nel giudizio
  • ascolto attivo:
    • rispecchiamento empatico, rispecchiamento errato, sovra-rispecchiamento, sotto-rispecchiamento
  • il valore del silenzio, lo spazio per l’elaborazione del cliente
    • esercitazione
  • la gestione efficace della delega
  • distorsione cognitiva
    • come nasce una convinzione
  • disciplina e autodisciplina, l’autodeterminazione (Self-Determination Theory)
    • obiettivo smarter e piano di azione
  • La motivazione intrinseca e il flow

Quarta parte
Due giorni, 16 ore: Sessione di coaching

  • come condurre una sessione di coaching: percorso a spirale
    • lavoro in sessione:
      • domanda di coaching
      • esplorazione
      • elaborazione e convergenza
      • spostamento percettivo
    • lavoro a casa:
      • pianificazione ed esecuzione attraverso obiettivo smarter e piano di azione
    • esercitazione

Quinta parte
Due giorni, 16 ore:

  • Valutazione finale
  • Discussione della tesina
  • Consegna dell’attestato

Coaching: di cosa si tratta

Il coaching è un metodo di allenamento che nasce negli Stati Uniti ed in ambito sportivo alla fine degli anni ’80. Da metodo è diventato progressivamente una professione che trova applicazione in diversi settori della vita sociale ed umana. È una professione utile, proficua ed in espansione, ma ancora in fase pionieristica, soprattutto in Italia.

Per la sua flessibilità e per il fatto di essere un metodo di intervento finalizzato allo sviluppo e al cambiamento, il coaching si presta ad essere impiegato nelle aziende come nei centri sportivi, nella resa scolastica, come nella vita relazionale. La clientela potenziale è virtualmente vastissima.

Il coach non è uno psicologo, non è uno psicoterapeuta, non è un consulente.

Il coach è allenatore individuale (o di gruppo) di persone “sane”. È una figura che aiuta la persona a valutare realisticamente le proprie risorse, in modo da poter fissare obiettivi raggiungibili. Come alleato del cliente, lo stimola a creare le condizioni ottimali per sfruttare al meglio le sue potenzialità, liberandosi di ostacoli e limitazioni esterni ed interni. Non entra nel merito di disagi esistenziali di origine psichica, non fornisce consigli relativi al settore o all’attività del cliente, non trova soluzioni e neanche propone metodi.

Il coach è l’allenatore che supporta l’individuo a scovare, prendere coscienza e sviluppare le sue piene potenzialità e la chiarezza degli obiettivi. È la figura che favorisce la crescita dell’autoconsapevolezza, in modo che il cliente possa studiare un piano di azione per raggiungere i risultati specifici auspicati. Elaborata la pianificazione, il coach supporta, motiva e responsabilizza il soggetto, nel passare dal pensiero all’azione, in modo che non perda il focus sull’obiettivo.

Gli strumenti del coach sono l’accoglienza e l’ascolto attivo, per stabilire un rapporto di rispetto e fiducia, in cui il cliente lo percepisca come alleato e risorsa non giudicante. È un aspetto fondamentale ed un prerequisito perché l’individuo che si affida al coach si senta davvero libero di focalizzarsi sulle aree della propria sfera personale o professionale, dove auspica il miglioramento. Altro punto cardine è il saper porre domande chiare ed efficaci, in modo da aiutare il cliente a fare chiarezza attraverso le sue stesse risposte.

Chi desidera fare del coaching la propria professione, deve saper ascoltare in modo profondo ed empatico, riuscendo a cogliere anche il valore dei gesti e del silenzio, oltre a quello delle parole.

Il coaching parte dal presupposto che tutte le risposte e tutte le risorse siano già nel cliente, e che il suo primo compito sia stimolarne l’emersione e la consapevolezza ponendo le giuste domande.

Life coach

È il coaching che si occupa delle tematiche di vita della persona. Si rivolge a chi desidera sviluppare se stesso, definire e raggiungere obiettivi migliorativi nei settori legati alla vita e all’esistenza. È adatto a superare momenti impegnativi, dove il massimo rendimento e l’ottimizzazione di risorse e potenzialità possono essere risolutivi e determinanti.

Coaching per la relazione

È il coaching che si occupa della persona e delle sue relazioni interpersonali, con focus sul rapporto di coppia. Si rivolge a chi vuole capire meglio se stesso ed il partner, sviluppando la capacità di essere in relazione e di delineare progetti di vita condivisi. Potendosi avvalere dei due partner come specchio, è il coaching che ha le maggiori potenzialità in termini di rapidità ed efficacia. Un altro aspetto che rende potente questo metodo è la capacità che si acquisisce di gestione e risoluzione dei conflitti interpersonali come quelli di coppia.

Non basta studiare

La formazione è un ingrediente di fondamentale importanza ed indispensabile ma non sufficiente per chi desidera entrare nel mondo del coaching e del counseling, facendone una professione.

C’è un altro elemento che non può mancare, per attrarre clienti e trasmettere fiducia: è la credibilità. Chi si rivolge a te deve percepirti come autentico, come prova vivente e concreta della raggiungibilità degli obiettivi che proponi. Se vuoi dedicarti al coaching aziendale, ad esempio, risulterai estremamente più autentico e credibile se avrai alle spalle un buon successo professionale personale, in un qualsiasi settore.

Nel nostro settore di punta, che è la cura del benessere relazionale, una delle nostre caratteristiche esclusive è l’ “Active integrative method” ®. Una metodica di indubbia efficacia ed innovazione, che coniuga un percorso tantrico con strumenti di crescita personale più occidentali e contemporanei (meditazione, costellazioni spirituali, life coaching, il counseling ad approccio corporeo). Eppure, da sola, questa caratteristica non sarebbe sufficiente ad attrarre clientela, né lo sarebbero la nostra formazione ed i nostri titoli.
È necessario offrire credibilità e la si ottiene con l’autenticità.
Essendo autenticamente in relazione nella vita personale, oltre che in quella professionale, costituiamo un esempio molto concreto e visibile della veridicità, concretezza ed efficacia di quanto spieghiamo alle coppie che si rivolgono a noi. Non proponiamo soluzioni astratte, ma tecniche, siano esse di crescita personale, di risoluzione conflittuale o di armonizzazione corporea, che noi stessi abbiamo sperimentato e selezionato come più valide ed attuabili rispetto alle altre. Questa nostra autenticità, la mancata separazione fra insegnamento e vita vissuta, mette chi si rivolge a noi a suo agio, nella consapevolezza che si tratta di un percorso “collaudato” e funzionante, di una strada che noi stessi stiamo percorrendo. Questa percezione crea immediatamente un senso di fiducia.
Come ampiamente noto, nel nostro settore, per l’efficacia della relazione di coaching, per la buona riuscita dell’intervento facilitante esterno, il rapporto di fiducia tra coach e coachee è di primaria importanza. Quanto più facilmente ed efficacemente si instaura tale percezione di “alleanza”, tanto più celermente  si attivano i circuiti positivi e di apertura indispensabili per l’ottenimento dei risultati auspicati, il tutto con tempi ridotti ed incisività maggiore.
I nostri clienti riferiscono spontaneamente che la nostra caratteristica di coppia autentica li pone immediatamente a loro agio, di fatto facilitando la fiducia nell’efficacia del metodo da noi proposto. Non avvertono quell’insidiosa “ambiguità”, quella discrepanza fra il “dire” ed il “fare”, che costituisce una mina all’intero percorso, rischiando di attivare proprio quei meccanismi di difesa e chiusura che sono alla base dell’ottundimento delle potenzialità soggettive.
L’autenticità e l’esempio vivente rappresentano una nostra peculiarità che ci porta, altresì, nell’essenza più profondamente ed intrinsecamente tantrica del nostro modo di intendere il coaching.
Nella tradizione del Tantra, infatti, il maestro ha un ruolo fondamentale, perché trasmette la “sua” visione, frutto univoco e non ripetibile non solo della specifica tradizione che ha a suo tempo ricevuto, ma anche e soprattutto di come tale insegnamento abbia interagito sul proprio percorso di crescita personale.
Questo è il senso effettivo di una delle prime affermazioni in cui ci si imbatte approcciandosi a questa disciplina: il Tantra non può essere appreso dai testi, ma solo tramandato da insegnante ad apprendista.
La frase non cela una strategia per infittire un’aura misteriosa o per impedire un accesso universale alla materia, ma rivela la più autentica essenza del Tantra: quella di cammino esperenziale guidato da chi in precedenza ha, a sua volta, profondamente assimilato e sperimentato quanto sta trasmettendo.
 
 

Se vuoi avere maggiori informazioni, contattaci:

Gloria di Capua (328 3083753) e Maurizio Lambardi (347 5918384)
(Counselors, Life Coaches e Costellatori Familiari)

TI ASPETTIAMO CON GIOIA!

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Oggetto

Messaggio

Voglio rimanere aggiornato con le iniziative iscrivendomi alla newsletter