I motivi per cui puoi avvicinarti a un counselor relazionale, possono essere davvero molti, ma riteniamo che ce ne sia uno veramente importante, e osserviamo che sia nelle sessioni individuali, che nelle sessioni di gruppo, emerge molto spesso.

Si tratta del rispecchiamento: la parola deriva da specchio, a cosa serve uno specchio? Lo specchio riflette la tua immagine, e questo ti permette di osservarti con occhio “esterno”. In altre parole ti offre la possibilità di vederti da una prospettiva impossibile da raggiungere in condizioni ordinarie.

Rivolgersi ad un counselor è un allenamento per lo spirito e aiuta a migliorare la percezione del proprio corpo e della propria anima

 

Nei primi sette anni di vita di ogni bambino, il rispecchiamento è un elemento fondamentale per avere percezione di sé.
In quella fascia di età il ruolo di specchio è assolto da un adulto, in primis la madre e il padre, e poi tutti coloro che sono a contatto col bambino. Di che ruolo si tratta? Rispecchiamento, cioè osservazione del bambino e descrizione fedele al bambino di cosa osservano.

Counselor e ripecchiamento

Il bambino rispecchiato riesce così ad avere percezione di se stesso.

Vediamo i seguenti esempi:

1 – il bambino sta giocando e cerca di porre in posizione verticale una penna che però cade a terra ad ogni tentativo, e il bambino piange.
Colui che rispecchia dice: “vedo che vuoi mettere in verticale la penna, e che quando la penna cade a terra, questo ti fa piangere”. Questo è un rispecchiamento empatico, fedele alla realtà.

2 –  Quando il rispecchiamento non è fedele a ciò che accade, mantenendo lo stesso esempio, colui che rispecchia dice:
“vedo che quando ti cade la penna ti senti completamente in preda al dolore”
“ti fa divertire la penna che cade”
“non si piange per una cosa cosi banale!”
Altro esempio: il bambino sale su un piccolo gradino e sorride perché è riuscito nella propria impresa.
Colui che rispecchia dice: “che bravo! hai fatto una grande impresa! sei uno scalatore!”
Questi sono rispecchiamenti eccessivi o errati, dove il bambino riceve dei messaggi aggiuntivi, non fedeli alla realtà:
“cosi non vai bene, sei sbagliato”
“sei dominato dalle tue emozioni”
“la tua gioia e il tuo dolore dipendono al successo delle tue imprese”
“non hai valore”
“sei un supereroe”

In tutti i casi dove il rispecchiamento è errato o non fedele alla realtà, si crea un problema al bambino.

Vediamo cosa accade se il rispecchiamento è ridotto (sottorispecchiamento) o amplificato (sovrarispecchiamento).

– Sovrarispecchiare fa si che il bambino impari a sopravvalutarsi, e questo potrebbe causare da adulto fallimenti dovuti dell’errata valutazione delle proprie capacità, e comunque si genera una sbagliata percezione di sé, fino a perdere di vista la realtà. Ho visto, ad esempio, un uomo alto circa 1,70 m che sosteneva di essere alto come un altro che superava 1,85 m. E’ stato necessario metterli accanto per fargli constatare la realtà.

– Sottorispecchiare crea problemi analoghi. Da aduto la persona avrà imparato a sottovalutarsi e per questo probabilmente non svilupperà a pieno le proprie capacità.

– c’è poi il caso in cui il bambino riceve messaggi aggiuntivi, come “non vai bene cosi come sei”, e in questi casi da adulto la persona non sa chi è.

Un mancato rispecchiamento fedele da bambino si traduce in un adulto che può sopravvalutarsi, sottovalutarsi, pensare di dover essere in un certo modo e “recitare” per adeguarsi a quell’idea, trattando di conseguenza da oggetto se stesso e gli altri.

Ora possiamo rispondere alla domanda iniziale.

Perchè chiedere supporto ad un counselor relazionale?

 

Counselor e immagine di Sé

Il counselor è uno specchio particolare perché ti riflette da una prospettiva alla quale non sei abituato a vederti.

Il counselor ti rispecchia in modo fedele, perché il suo compito principale è proprio riportare la percezione di sé al realismo.

Essere visti, riconosciuti e compresi, genera un effetto talvolta di commozione, di liberazione, genera una sensazione così piacevole che potrebbe essere tradotta con le parole “finalmente qualcuno mi vede, finalmente posso smettere di affannarmi per farmi vedere così come sono, posso essere me stesso”.

Counselor su Skype

Anche consulenza personalizzata online in video conferenza o tramite Skype.

Questo può essere già un punto di arrivo, ed è un ottima base di partenza per approfondire ulteriormente la conoscenza di sé.

Per questo, un counselor relazionale, che conosce bene queste dinamiche, può aiutarti a trovare la soluzione a qualsiasi problematica, soprattutto relazionale.

Se cerchi un luogo dove puoi aprire il tuo cuore, provare a mostrarti per quello che sei e non sentirti più “sbagliato”, se cerchi un luogo per sentirti ascoltato e visto, ecco per te una buona occasione per contattarci.

Ti aspettiamo con gioia!

I counselor di Corpo e Anima: Maurizio Lambardi e Gloria di Capua

gloria-e-maurizio


Il percorso “Tantra & Amore”, attraverso i suoi corsi ed eventi esperienziali, è studiato appositamente per fornire concreti strumenti di crescita personale all’individuo e alla coppia, per guardare le criticità con occhi diversi e superarle insieme.

Se quanto scritto ti incuriosisce puoi contattarci per qualsiasi approfondimento o informazione.
Ti ricordiamo che puoi consultare il Calendario di tutti i nostri eventi e, dalla stessa pagina, iscriverti direttamente.

Interagiamo volentieri anche su tutti i canali social.

Se poi vuoi ricevere notizia dei nostri articoli più importanti e degli eventi che realizziamo nel corso dell’anno allora ti invitiamo a iscriverti alla nostra newsletter nel form sottostante.

tantra & amore

 

Vuoi scoprire il nostro Programma Tantra & Amore?
Compila il form qui sotto!

    Voglio rimanere aggiornato con le iniziative iscrivendomi alla newsletter

    0 commenti

    Lascia un Commento

    Vuoi partecipare alla discussione?
    Sentitevi liberi di contribuire!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *