, , ,

La meditazione di coppia

Meditazione nella coppia

La meditazione di coppia

Se siete in una relazione di coppia una delle cose migliori che potete fare per il vostro rapporto è meditare insieme.
La meditazione è una pratica meravigliosa che consigliamo vivamente a tutti, per la coppia diviene una grande opportunità per migliorare l’intimità e l’armonia nella relazione.

Ecco alcuni vantaggi che potrete trovare nella meditazione: rende più chiari e calmi i pensieri, migliora il sonno e l’umore, porta maggiori intuizioni ed energia, riduce l’ansia… questo solo per citarne alcuni. Quindi, sia che siate single o in relazione, suggeriamo di iniziare a meditare ogni giorno per assaporarne i benefici.

Per le coppie meditare insieme il più spesso possibile, può fare una grande differenza nel migliorare la qualità del  rapporto.

Qui di seguito vi suggeriamo due tipi di meditazione da praticare.

Meditare da soli

Trova un posto tranquillo dove puoi dedicare del tempo a te stesso senza essere disturbato. Mettiti seduto a gambe incrociate se per te è comodo, oppure in ginocchio con un cuscino che permetta una posizione rilassata e che non blocchi il respiro in nessuna parte del tuo corpo. Più precisamente è importante che l’asse orizzontale del bacino, quello che unisce idealmente le due anche sia più alto rispetto al terreno rispetto all’asse orizzontale che idealmente congiunge le ginocchia. Questo permette di mantenere la schiena dritta e respirare liberamente.
Metti i palmi delle mani sulle gambe e tieni la schiena dritta in modo che tu posa sentire allineati i tuoi chakra (i centri di energia che corrono dal coccige alla corona della testa).
Chiudi gli occhi e prendi tre respiri profondi attraverso il naso così da permettere alla pancia di espandersi grazie alla spinta verso il basso del diaframma. Dopo ogni inspirazione trattieni il respiro per tre secondi e pensa a qualcosa che desideri rilasciare (per esempio un rancore, una disperazione o una preoccupazione) e lascialo andare con l’espirazione, sempre attraverso il naso.
Durante la meditazione il respiro è attraverso il naso, infatti questo tipo di respirazione invia al corpo il messaggio che tutto va bene.

Per tutto il tempo in cui mediti concentrarsi solo su due cose: i respiri lenti e consapevoli con inspirazioni e espirazioni attraverso il naso ed il terzo occhio. Vediamo di cosa si tratta.

Il terzo occhio è il chakra che si trova sulla fronte leggermente sopra le sopracciglia.  Puoi immaginare un occhio di colore blu indaco che è il colore di questo particolare chakra.
Quando i pensieri arrivano non reprimerli, non cercare di spingerli via, questo gli darebbe più forza. Semplicemente riconoscili e lasciali andare. Permetti il disordine nella mente, lasciala pure andare alla deriva. Questo permette di osservare lo stato naturale di gioia.

Meditare in coppia

La meditazione che consigliamo è molto semplice ed è utile quando ci sentiamo in un conflitto con il partner.  Invece di aspettare fino a che la situazione migliori potete agire in modo proattivo, l’intimità e l’amore, unendovi due volte al giorno attraverso pratiche di neo-Tantra.

Noi ve ne consigliamo una semplice:

La posizione di questa pratica è la cosiddetta a cucchiaioDecidete chi di voi due ha bisogno di nutrimento. Immaginiamo sia la donna (solo come esempio). In questo caso l’uomo sarà il donatore e starà dietro la donna abbracciandola, allineando tutto il corpo e i suoi chakra, con lei: il centro del cuore con il centro del suo cuore, il centro del ventre con il centro del suo ventre e così via. Entrambi i partner devono utilizzare cuscini per sostenere la testa, il collo e le spalle abbastanza alti così che l’uomo possa tenere il braccio sinistro sotto il collo della donna e portare la mano a toccare leggermente il terzo occhio. La mano destra dell’uomo è sul cuore della donna e la donna pone la sua mano sulla mano dell’uomo.

Rimanete in questa posizione, meglio se nudi, respirando per 15 minuti e osservando le sensazioni nel vostro corpo affinché tutto il corpo sia in contatto con l’altro. Se volete alla fine dei 15 minuti potete scambiare la posizione.

È meglio meditare la mattina se possibile.  Se meditate in coppia le energie si fondono nello spazio comune e questo vi farà sentire vicini ed in condivisione di un’esperienza comune. Non scoraggiatevi e non rinunciate se vedete che la mente vaga molto, questo è del tutto normale, soprattutto all’inizio. Il nome la pratica della meditazione non è a caso…serve pratica e trovare il giusto equilibrio per comprenderne tutte le dinamiche che ne emergono. Tenendo duro nel periodo iniziale con costanza e coraggio proverete successivamente sempre meno fatica e potrete notare un sensibile miglioramento della qualità della vostra vita e delle vostre relazioni.


 

Corso esperienziale del programma “Tantra & Amore”, a Volterra, dal 12 al 14 aprile 2019
In questo appuntamento lavoreremo specificatamente per sciogliere blocchi e tensioni nei chakra e per poter sentire la magia di toccare l’integrità tra corpo e mente. Si sperimenterà la percezione dei centri energetici e della circolazione dell’energia, lo scioglimento delle rigidità corporee ed emotive e l’attivazione della Kundalini attraverso esperienze tantriche di respiro e movimento.
Il corso, focalizzato sui chakra, approfondirà in modo specifico la conoscenza con i famosi centri energetici e scopriremo sia come percepirli che come farli lavorare in modo ottimale, ottenendo un respiro più fluido ed una sensazione di grande benessere emotivo e corporeo. Sfruttando pienamente la loro potenzialità apprenderai anche come usarli per migliorare l’intimità e la sintonia della coppia, attraverso l’unione dei chakras fra partner.
Come in ogni passo di un percorso tantrico, il netto miglioramento qualitativo e percettivo della propria sessualità, pur non essendo un obiettivo primario ricercato, è un piacevole effetto secondario di cui ogni praticante può trarre beneficio, nella sua vita personale e relazionale. Potenziando la percezione sensoriale nel corpo e nell’anima, infatti, e gestendo l’energia sessuale in modo canalizzato e consapevole, l’estasi orgasmica non è più un’esperienza limitata ai genitali e a poche zone erogene note, ma diviene totalizzante, nettamente avvertita in tutto il corpo ed oltre la fisicità.

Se vuoi approfondire questi argomenti o seguire i nostri corsi, contattaci:

Gloria di Capua (328 3083753) e Maurizio Lambardi (347 5918384)
(Counselors-Life Coaches e Costellatori Familiari)

TI ASPETTIAMO CON GIOIA!

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Oggetto

Messaggio

Voglio rimanere aggiornato con le iniziative iscrivendomi alla newsletter


0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *