,

La Meditazione

la meditazione

La meditazione

Per poter osservare e riconoscere i nostri strati dell’IO, le nostre strategie difensive e le ferite che derivano dall’infanzia, è fondamentale sviluppare un acuto osservatore, o testimone interiore, di noi stessi: soltanto osservandoci in tutto quello che siamo, senza giudizio alcuno, possiamo infatti imparare a conoscerci in maniera via via sempre più approfondita.

Una volta riconosciute sul piano mentale, difese e ferite, l’osservatore potrà aiutarci a disidentificarci dal nostro carattere difensivo; l’obiettivo di questo viaggio interiore è diventare sempre più consapevoli dei nostri strati difensivi e delle nostre reazioni caratteriali, per imparare a gestirle.

A questo proposito la meditazione è uno strumento molto importante poiché permette di risvegliare la coscienza e trovare il vero benessere.

Il benessere nasce soltanto quando si è centrati, radicati, stabilizzati; secondo Osho

«senza meditazione, l’uomo è malato, non è integro»

(Il libro arancione. Tecniche per il risveglio della consapevolezza).

La Meditazione è diversa dalla concentrazione

La concentrazione ha origine nel passato, è un atto di volontà che alla lunga stanca ed esaurisce; la meditazione è invece nel presente, non implica né passato né futuro, è rilassamento puro, è una condizione di assenza di volontà, uno stato di inazione.

La meditazione educa semplicemente ad un nuovo stile di vita: aiuta l’individuo al passaggio da colui che agisce, governato da desideri, ambizioni e aspirazioni destinate tutte a fallire l’una dopo l’altra, a colui che osserva, in modo che possa connettersi con il proprio centro, il proprio vero sé.

In questo modo si favorisce uno stato in cui ci si limita a riconoscere tutto ciò che accade, senza cercare di razionalizzarlo, giudicarlo, analizzarlo; si procede così verso un addestramento a sganciarsi dai pensieri che non permettono di essere pienamente presenti nel qui e ora e di vivere il presente nella sua pienezza.

In particolare, l’osservazione delle nostre reazioni aiuta a sviluppare la coscienza e a diventare registi della nostra vita e della nostra felicità.

Le reazioni caratteriali sono più propriamente legate alla sopravvivenza, mentre vivere è un atto di coscienza e di responsabilità verso noi e gli altri.

Si passa dal piano del bambino capriccioso, che sbatte i piedi, si lamenta, piange, rompe tutto, pretende e scappa, a quello dell’adulto cosciente dei propri desideri e bisogni, che sa prendersi cura di sé, del proprio benessere e del mondo che lo circonda, che sa chiedere piuttosto che pretendere, che ha obiettivi chiari per la propria felicità e per questo compie azioni per rendere migliore la propria vita.

Una conoscenza approfondita dei nostri strati caratteriali è però soltanto un primo passo, poiché osservare e riconoscere non basta: rimanere infatti inchiodati nel Io Sono o Io sono così è un’idea fissa, un’altra forma di ego, un altro modo di voler avere ragione a tutti i costi, un’altra strategia difensiva.

Il primo passo è il riconoscimento, il secondo è il cambiamento.

Ma quale cambiamento, cosa fare concretamente per uscire dalla propria comfort zone egoica?

Azioni concrete ma spontanee e sentite che originano dall’amore verso noi stessi sono tutto ciò che può aiutarci ad entrare in intimità con il nostro IO più profondo; ma esse nascono solo se ci riconosciamo e accettiamo in tutto il nostro essere, difese comprese.

La meditazione è la base interiore che ci consente di accettare il cambiamento e farcelo vivere, ossia ce lo fa portare nella vita di tutti i giorni, nei gesti quotidiani che acquistano così un nuovo significato.

Senza la meditazione, tale integrazione non avviene, o avviene in modo parziale o lento, lasciandoci così talvolta insoddisfatti o dubbiosi dei lavori svolti o facendoci ricadere in schemi che credevamo di aver superato.

Meditare è prendersi la responsabilità di noi stessi attraverso un viaggio lunghissimo e senza scorciatoie che, attraverso lo smantellamento (lentissimo) delle nostre strutture mentali, ci permette di procedere verso la propria autonomia ed evitare di cadere nella trappola di delegare ad altri il proprio star bene.


Se ti è piaciuto questo articolo potresti trovare interessante anche “Elaborare, interpretare e rivivere i Sogni” e forse anche “Che cos’è il benessere“.

Hai mai avuto esperienze di meditazione? Se sì, ce ne vuoi parlare qui nei commenti o in uno qualsiasi dei Social che vedi nella barra destra e dove troverai un post dedicato a questo articolo?

Se invece non hai ancora mai avuto l’opportunità di essere guidato verso un percorso consapevole di meditazione puoi contattarci per avere qualsiasi tipo di informazione all’indirizzo di posta elettronica info@corpo-anima.it

A presto!


Il programma di crescita personale e cura della relazione “Tantra & Amore”, attraverso i suoi corsi ed eventi esperienziali, è studiato appositamente per fornire concreti strumenti di crescita personale all’individuo e alla coppia, per guardare le criticità con occhi diversi e superarle insieme.

Se quanto scritto ti incuriosisce puoi contattarci per qualsiasi approfondimento o informazione.
Ti ricordiamo che puoi consultare il Calendario di tutti i nostri eventi e, dalla stessa pagina, iscriverti direttamente.

Interagiamo volentieri anche su tutti i canali social.

Se poi vuoi ricevere notizia dei nostri articoli più importanti e degli eventi che realizziamo nel corso dell’anno allora ti invitiamo a iscriverti alla nostra newsletter.

tantra & amore

Programma Tantra & Amore

OPPURE PARLANE DIRETTAMENTE CON NOI:

Gloria di Capua (328 3083753) e Maurizio Lambardi (347 5918384)
(Counselors-Life Coaches e Costellatori Familiari)

TI ASPETTIAMO CON GIOIA!

Se vuoi approfondire questi argomenti puoi seguire i nostri corsi, contattaci:

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Oggetto

Messaggio

Voglio rimanere aggiornato con le iniziative iscrivendomi alla newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *