, ,

Il fraintendimento di amore

Il fraintendimento di amore

Il fraintendimento di amore

Molte persone fraintendono l’amore: credono di fare gesti di amore e di saper amare senza saperlo fare davvero.
Tanti di noi scambiano i gesti che fanno e che ricevono per  gesti d’amore perché cosi gli è stato insegnato, oppure perché lo hanno imparato da piccoli semplicemente vivendo la loro esperienza in famiglia. Queste esperienze pregresse illudono tante persone a credere che ciò che fanno sia amore ma quando scoprono che non lo è affatto ne rimangono sconvolti o impauriti.

Approfondiamo ciò che accade nei primi momenti di vita:

Vediamo cosa accade quando il neonato è in culla e ha bisogno della mamma perché ha fame, freddo o vuole le coccole:
In una situazione ideale il bambino segnala alla mamma il proprio bisogno piangendo, la mamma arriva, capisce il suo bisogno e lo soddisfa.
In una situazione reale invece la mamma alcune volte arriva in ritardo perché è indaffarata in faccende domestiche oppure sentimentalmente indaffarata da preoccupazioni, insicurezze o altro. Altre volte non arriva affatto e allora il neonato istintivamente comprende che serve qualcosa per attrarre l’attenzione della mamma.

Il neonato, per spirito di sopravvivenza innato, sa benissimo che senza la mamma o una figura sostitutiva di accudimento non può sopravvivere, quindi si inventa qualcosa che ristabilisca la relazione con la mamma per garantirsi che quando ha bisogno questa arrivi tempestivamente. Per esempio potrebbe aumentare il tono del pianto oppure essere più deciso nella richiesta facendo quelli che chiamiamo capricci. Questo fissa nel bambino un messaggio importantissimo: per avere attenzione, nutrimento, coccole, devo prima fare qualcosa per attrarre l’attenzione della mamma.

Questo messaggio resterà indelebile dentro questo bambino per tutta la vita e ne condizionerà anche la vita adulta e le relazioni future.
A questo si possono aggiungere i condizionamenti derivanti dalla fede religiosa, dalla propria famiglia di origine e dalla società che favoriscono il pensiero che adoperarsi per gli altri sia amore.
Certamente adoperarsi per gli altri può essere amore ma non è scontato che lo sia!

Scopriamo quando è amore e quando non lo è:

Ho detto che questo dare non è necessariamente amore, mi spiego meglio: quando questo dare pretende indietro qualcosa in cambio allora non è amore ma è il meccanismo imparato da neonati per avere in cambio qualcosa. Potrei volere sostegno, compagnia, attenzioni dal partner oppure cosi facendo potrei voler riceve in cambio la sicurezza di non esser lasciato o tradito.

Spesso questa dinamica di fare qualcosa in cambio di altro non è apertamente dichiarata e ancora più spesso non è consapevole. In alcuni casi la persona preferisce proprio non dichiarare di aspettarsi qualcosa in cambio perché se lo chiedo apertamente, la ricompensa non ha più valore pensando che il partner debba indovinare quale sia il bisogno da soddisfare.

Questo meccanismo molto diffuso appena descritto brevemente sopra è una trappola inesorabile che trattiamo approfonditamente nel nostro corso intitolato Io e i Miei Bisogni. In questo corso si approfondiscono i meccanismi che sono all’origine di tutto questo e soprattutto come liberarsi di questa trappola micidiale che ostacola il piacevole fluire della vita di coppia.

Vediamo meglio che cosa è davvero l’amore:

Amore è in qualche modo ricevere ma è soprattutto dare senza aspettarsi di essere contraccambiati. E’ ricevere nutrimento dal gesto stesso che faccio, senza bisogno di altro in cambio.

Per esempio posso portarti la colazione a letto solo per il piacere e il gusto di vedere la sorpresa e la gioia nei tuoi occhi e questo mi nutre e mi ripaga, ma ancora prima di sapere se lo gradirai, io mi sento nutrito e felice perché mi sto prendendo cura di te, solo per questo.

Se invece ti porto la colazione a letto aspettandomi cosi che questa sera tu mi dica di sì quando ti chiederò di fare l’amore, oppure che tu resti con me perché mi sento inadeguato o indegno del tuo amore, ecco questo allora è un gesto che con l’amore ha ben poco a che vedere e purtroppo ciò che mi aspetto non sempre si verifica.

Quindi quando faccio un gesto e in cambio desidero che tu mi restituisca qualcosa, come il sesso, oppure compagnia, sostegno, ascolto, allora diventa un gesto manipolatorio che, se non soddisfatto, alimenterà rabbia e delusione dentro di me.

Pian piano si creerà la sensazione che tutti mi succhino energie ma nessuno mi ricambi allo stesso modo, questo mi renderà esausto, mi farà sentire sfinito, a differenza di un gesto di amore che invece mi da gioia, nutrimento e carica energetica. Infatti il gesto potrebbe essere lo stesso ma ciò che cambia è ciò che accade dentro colui che lo agisce.


Il programma di crescita personale e cura della relazione “Tantra & Amore”, attraverso i suoi corsi ed eventi esperienziali, è studiato appositamente per fornire concreti strumenti di crescita personale all’individuo e alla coppia, per guardare le criticità con occhi diversi e superarle insieme.

Se quanto scritto ti incuriosisce puoi contattarci per qualsiasi approfondimento o informazione.
Ti ricordiamo che puoi consultare il Calendario di tutti i nostri eventi e, dalla stessa pagina, iscriverti direttamente.

Interagiamo volentieri anche su tutti i canali social.

Se poi vuoi ricevere notizia dei nostri articoli più importanti e degli eventi che realizziamo nel corso dell’anno allora ti invitiamo a iscriverti alla nostra newsletter.

tantra & amore

Programma Tantra & Amore

OPPURE PARLANE DIRETTAMENTE CON NOI:

Gloria di Capua (328 3083753) e Maurizio Lambardi (347 5918384)
(Counselors-Life Coaches e Costellatori Familiari)

TI ASPETTIAMO CON GIOIA!

Se vuoi approfondire questi argomenti puoi seguire i nostri corsi, contattaci:

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Oggetto

Messaggio

Voglio rimanere aggiornato con le iniziative iscrivendomi alla newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *