,

I perché del coaching di relazione

Perché scegliere di essere un coach relazionale?

Gli sbocchi

Il relationship coaching è la seconda professione in più rapida crescita a livello mondiale, perfino in questi tempi di crisi globale. La richiesta è talmente alta che le università americane più prestigiose (Columbia, New York, Harvard, Yale, Duke, UC Berkeley) stanno inserendo il coaching nei loro programmi di studio.  La prima motivazione è dunque rappresentata dall’acquisire la formazione che consente di inserirsi in un settore in crescita, ancora poco battuto su scala nazionale. Non a caso la nostra scuola è tra le prime in Italia in tal senso, proprio per essere al passo con questo tipo di tendenza.

La libertà

Essere un coach relazionale consente, completata la formazione, di progettare il tuo  percorso professionale in piena autonomia, stabilendo tempi, ritmi, spostamenti e obiettivi. Puoi decidere anche di lavorare comodamente da casa o da qualsiasi parte del mondo, grazie agli strumenti comunicativi disponibili, che rendono questo tipo di attività estremamente libera. Non ci saranno limiti all’espansione dei tuoi servizi: oltre a proporre consulenze individuali potrai organizzare eventi live, seminari, ritiri e programmi familiari o di gruppo.

La gratificazione

Nel percorso formativo apprenderai gli strumenti per aiutare le persone e le coppie a relazionarsi, rivoluzionando in modo positivo la loro vita amorosa ed il loro benessere generale. Gli stessi strumenti saranno a disposizione per te stesso e per le tue relazioni. Il coaching funziona. Secondo uno studio dei dirigenti di Fortune 100 il coaching ha portato a un miglioramento del 77% delle relazioni. Scoprirai così che potrai crescere e far crescere, con la soddisfazione di aver aiutato te stesso ed i tuoi clienti, e tutto questo ottenendo una retribuzione soddisfacente.

“Se potrò impedire
ad un cuore di spezzarsi
non avrò vissuto invano” 
Emily Dickinson


Visita il portale dedicato alla formazione: Life & Realtionship Coaching

Life & Relationship Coaching

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *