Ce lo racconta un’indagine realizzata dalla Durex su un campione di 500 intervistati.

L’83% ha confessato un generale calo del desiderio e dell’attività sessuale.

La categoria più colpita è quella dei single, il 98% di loro ha lamentato il drastico crollo dell’attività sessuale (un calo del 93%).
Il calo, pur se in misura nettamente minore (2%), ha interessato anche le abitudini erotiche praticabili in autonomia, come la masturbazione.

Tra le cause principali che sono state riferite compaiono: ansia, paura del contagio, stato di tristezza e difficoltà emotive.

L’isolamento sociale, le notizie allarmanti e purtroppo anche l’allarmismo, sono andati a sollecitare fortemente il più grande dei nemici del piacere: la paura. Ed hanno inibito pesantemente l’intero assetto degli strumenti evolutivi che ci consentono di relazionarci e connetterci con gli altri esseri umani. Si tratta di quelle capacità di ingaggio sociale (linguaggio, espressioni facciali, empatia) che sono fornite dal nostro sistema parasimpatico ventrovagale e che vengono disattivate dalla percezione del pericolo.

Il problema, quindi, non riguarda solo la vita sessuale di coppie e single, ma si estende all’intero assetto relazionale. Ci sentiamo sempre meno attratti e sempre meno in grado di connetterci fisicamente ed emotivamente con i nostri simili, sia sul lavoro, che nella vita privata.
Anche in famiglia, anche col partner, ma in questi ultimi casi, non abbiamo possibilità di fuga, siamo costretti a condividere gli stessi spazi e a farlo mentre siamo dominati da una tempesta emotiva di paura, tristezza, rabbia.

Non a caso sono aumentate del 60% le richieste di separazione. Non a caso sono aumentate del 70% le violenze domestiche.

Parlare ed ascoltarsi è più complicato, comprendersi sembra più difficile e soprattutto, insieme alla voglia di fare l’amore, sta calando il desiderio di relazionarci, di trascorrere del tempo insieme.

Ci stiamo abituando ed adattando. Siamo sulla strada di quella che si chiama “assuefazione” ed è un fatto molto grave, perché contrasta la nostra natura e ci fa regredire ad uno stadio evolutivo inferiore.

 

Per questo motivo abbiamo deciso di dedicare il nostro appuntamento di maggio, con il corso «Amore e piacere nella relazione» al recupero delle energie che questo lungo periodo di isolamento ha sottratto alla nostra sfera erotica, comunicativa e relazionale. Vedremo insieme come riconoscere e superare emozioni quali paura, tristezza, ansia, solitudine, che sono state sollecitate e amplificate, inibendo nel nostro corpo e nella nostra mente le capacità relazionali e l’eccitazione sessuale. Sarà un corso speciale, per ritrovare l’equilibrio fra corpo ed emozioni un’armonia che apre le porte al tuo pieno potenziale erotico e vitale.

 

 

SCOPRI DI PIÙ SUL CORSO

 

 

Vi aspettiamo

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *