Per quale motivo un percorso tantrico dedica un intero corso al giocare e ridere insieme come elemento importante per il benessere relazionale e sessuale della coppia?

Perché ridere insieme fa bene alla coppia. È un elemento noto in psicologia, in ogni forma di terapia relazionale ed ha conferme scientifiche. Recenti indagini dimostrano, infatti, che le coppie più longeve e soddisfatte sono quelle che non hanno perso l’abitudine di scherzare e ridere insieme. Perché chi è capace di ridere insieme, è anche in grado di affrontare insieme i dolori e le sfide della vita.

Da un punto di vista tantrico, la risata è uno degli elementi maggiormente repressi nella storia umana: i genitori ti volevano serio, gli insegnanti ti volevano serio, e poi il datore di lavoro, il superiore, il luogo di culto o di cura. La serietà è richiesta ovunque. Il Tantra non reprime mai nulla, al contrario cerca e libera gli aspetti più repressi e negati, per sbloccare le energie dedicate al loro contenimento e lasciarle fluire nella loro piena potenzialità. Ecco perché il nostro percorso tantrico dedica un intero seminario all’arte di scherzare e giocare insieme.

Osho diceva:

guarda la vita, tutta intorno a te, e cerca di vedere il lato buffo delle cose. Qualsiasi cosa accada ha un lato divertente, hai solo bisogno di avere il senso dell’umorismo. (…). E non c’è bisogno di darsi tanto da fare: se appena cerchi di vederlo, il lato buffo delle cose è dappertutto.

Una coppia è più propensa a giocare e ad essere in sintonia all’inizio della relazione, quando è ancora nella fase della conoscenza reciproca e dell’innamoramento. Man mano che la relazione prosegue nel tempo, l’influsso delle difese caratteriali diventa maggiore, creando conflitti, incomprensioni e incomunicabilità a svantaggio della predisposizione allo scherzo. La scomparsa dello scherzo, della leggerezza e del divertimento, è un ottimo campanello di allarme, un segnale di “calo dell’entusiasmo”, oppure di crisi o di noia.

In uno scenario di questo tipo, recuperare consapevolmente il gioco aiuta a sdrammatizzare, allenta la tensione, favorisce il rilassamento, alimenta il piacere di stare insieme e indirettamente crea terreno fertile per l’intimità e l’eros.

Il gioco aiuta a sdrammatizzare, allenta la tensione, favorisce il rilassamento, alimenta il piacere di stare insieme e indirettamente crea terreno fertile per l’intimità e l’eros.

Scherzare insieme, prendersi in giro e l’umorismo, sono ottimi canali da coltivare per la coppia che vuole crescere insieme, che ha voglia di andare oltre le difese caratteriali e che desidera rendere leggero il rapporto. In una ricerca, Dacher Keltner, psicologo e autore di “Born to Be Good”, ha osservato coppie in conflitto, capaci di comunicare solo in modo logico, lineare, diretto, e quelle con una comunicazione scherzosa e leggera.
I risultati della ricerca evidenziavano che le coppie con la tendenza a “prendersi in giro”, ad ironizzare su se stessi e su ciò che accade, sono più felici e più capaci di trovare soluzioni efficaci che volgono alla serenità e al benessere.
Questa ricerca dimostra che usare la leggerezza e il senso dell’umorismo, aiuta la coppia ad andare oltre le rigidità della difesa caratteriale.  Passare da momenti di tensione a momenti di leggerezza attraverso il gioco e l’allegria è un atteggiamento che alimenta la complicità, scioglie i drammi e favorisce l’armonia nella coppia.

Usare la leggerezza e il senso dell’umorismo, aiuta la coppia ad andare oltre le rigidità della difesa caratteriale.

Ma come fare? Come posso scherzare quando sono arrabbiato?

Passare dal “no” al “si”, dalla rabbia allo scherzo, semplicemente facendo una scelta. Questo è possibile utilizzando la volontà di non attaccarsi alla rabbia stessa, al “no”.

Osserva l’onda di rabbia che ti attraversa, osserva il “no” interiore che arriva, lascia che ti oltrepassi come un onda marina, e come l’onda a un certo punto perda forza, allontanandosi. Invece di seguirla e alimentarla, sorridi, spostati sul “si”. Questo atteggiamento è favorito nelle persone che hanno sviluppato “l’osservatore interiore”, una parte di te che osserva ciò che accade come se fosse una terza persona non coinvolta nella scena.

L’osservatore permette di “vedere, comprendere” senza essere coinvolto, senza essere trascinato dalla corrente rabbiosa, dal conflitto, semplicemente osservare.

Un buon modo per sviluppare e rinforzare l’osservatore interiore è la meditazione.

Riuscire ad osservare se stessi e le situazioni da una prospettiva più ampia, permette anche di non farsi coinvolgere all’interno di un contenuto, e così fare una scelta consapevole per il proprio benessere e la relazione.

Stare bene con te stesso e il partner è una tua scelta, prova a comprendere che – se vuoi – puoi cambiare la visione della prospettiva e passare da vittima a regista di una situazione, prendi in mano la regia e porta leggerezza nella tua vita.

Stare bene con te stesso e il partner è una tua scelta, prendi in mano la regia e porta leggerezza nella tua vita.

E se non riesci a ridere… allenati. Il corpo non è in grado di distinguere tra una risata “finta” e una “vera” e reagisce allo stesso modo ad entrambe. Ridi, senza alcun motivo, per almeno 3 minuti ogni giorno. Una risata continuativa e volontaria. Farà bene al corpo e alla mente e ti aiuterà a prendere meno sul serio le tue emozioni negative.

Ridere è un privilegio dell’′uomo.
La risata ha in sé qualcosa di divino;
qualcosa che è accessibile solo all’′uomo
Osho


Gioco e passione nella relazione è un seminario tantrico in cui è possibile apprendere gli strumenti per portare all’interno della relazione l’allegria e la capacità di divertirsi e di ridere insieme, migliorando così l’intimità e il piacere di stare insieme.

Nella splendida campagna toscana nei pressi di Volterra, ogni anno

gioco e passione nella relazione

CHIAMACI SENZA IMPEGNO

Gloria di Capua (328 3083753) e Maurizio Lambardi (347 5918384)
(Counselors-Life Coaches e Costellatori Familiari)

TI ASPETTIAMO CON GIOIA!

Se vuoi approfondire questi argomenti puoi seguire i nostri corsi, contattaci:

.

    Nome (richiesto)

    Email (richiesto)

    Telefono (richiesto)

    Oggetto

    Messaggio

    Voglio rimanere aggiornato con le iniziative iscrivendomi alla newsletter

    0 commenti

    Lascia un Commento

    Vuoi partecipare alla discussione?
    Sentitevi liberi di contribuire!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *